Decima edizione
11/12 Aprile 2015
Vetrina di promozione
dell'Agroalimentare e dell'Artigianato
 
  • La soddisfazione della Decima Edizione

    14 aprile 2015

     

    Numeri più che positivi hanno caratterizzato la decima edizione di Prendas de Ittiri. Ancora una volta le aspettative sull’affluenza di pubblico e sul consenso dei visitatori sono state più che confermate. Migliaia di persone hanno affollato, a partire dal primo pomeriggio del sabato 11 e sino a tarda notte di domenica 12 Aprile, le due piazze che ospitavano gli stand e il centro storico nel dove si snodavano altre esposizioni di prodotti oltre a iniziative culturali e mostre curate dall’Associazione Prendas e da altre associazioni di Ittiri. Il bel tempo questa volta ha accompagnato la manifestazione per tutti e due i giorni, facendo si che ci fosse da un lato un maggiore afflusso di visitatori, ma nel contempo che essi fossero meglio distribuiti nell’arco delle due giornate, dando modo così di visitare in modo più approfondito oltre agli stand i percorsi culturali ed espositivi disegnati nel centro storico e lungo il corso Vittorio Emanuele.

    Nella mattinata di domenica fra le iniziative collaterali: la nona edizione del torneo di mini volley Prendas de ittiri che ha visto la partecipazione di circa 170 piccoli atleti; la gara podistica “CorriIttiri” che ha anch’essa annoverato oltre 170 partecipanti nelle categorie competitiva e non agonistica. Ma passando al cuore della manifestazione i numeri sono ancora più eloquenti. Sono stati venduti 45 porcetti preparati allo spiedo in una pittoresca arrostita che ha occupato l’intera piazza Umberto. Sfornati complessivamente oltre30 quintali di pane, preparate 800 pizze all’interno di Piazza XXV Luglio, e serviti circa 250 pasti nello stand di ristorazione allestito dall’Associazione di Protezione Civile. I ristoranti di Ittiri hanno ovviamente ancora una volta registrato il tutto esaurito. Diverse centinaia sono stati i litri somministrati nei tre stand che ospitavano i produttori di vino. Diversi quintali di insaccati, e formaggi venduti. A tutto questo hanno fatto da degna cornice gli altri prodotti agroalimentari locali: carciofo, oio, sottoli, dolci, miele, pasta, oltre agli altri prodotti dell’artigianato tipico e delle creazioni artigianali di vario genere che hanno ulteriormente arricchito sia gli stand che le vie del centro storico con circa quindici punti ulteriori di esposizione.

    Grandi consensi e numerose visite ha pure ricevuto lo stand del Comune e dei produttori di Dorgali, realtà produttiva ospite della manifestazione, dove sono state promosse le risorse paesaggistiche e culturali del territorio, oltre ai prodotti più rappresentativi dell’artigianato locale e dell’agroalimentare. Molti punti in comune sono stati rilevati nelle economie e nelle produzioni dei due centri.

    Una delle chicche di questa edizione è stata la mostra delle sculture lignee dell’artista ittirese Luigi Canu, vissuto nel secolo scorso, allestita grazie all’impegno e alla volontà della Pro Loco, nei locali del centro per le arti e gli spettacoli, e che ha destato stupore e ammirazione fra i numerosissimi visitatori.

    Una grande edizione – è stato il commento del Sindaco Tonino Orani e del Presidente dell’Associazione Prendas de Ittiri Gavino Pinna- con la quale è stato salutato nel modo più degno il traguardo del decimo anno. Orgoglio e soddisfazione vengono espressi a riguardo dagli organizzatori, per il successo che l’iniziativa di anno in anno sta avendo, vedendo così premiata l’intuizione che dieci anni fa portò a pensare questa manifestazione. Successo che è supportato dall’incremento complessivo del giro d’affari dei produttori, che grazie a Prendas hanno potuto far conoscere i loro prodotti a un pubblico molto più vasto, traendone innegabili benefici per le loro attività.


  • SI PARLA DI NOI!

    10 aprile 2015

    Prendas de Ittiri, appuntamento l'11 e 12 aprile

     http://www.sassarinotizie.com/articolo-31889-prendas_de_ittiri_appuntamento_l_11_e_12_aprile.aspx


  • Gara gastronomica

    13 marzo 2015

    Che ne dite di un buon piatto tradizionale creato con prodotti genuini del nostro territorio?